STATUTO DEL CENTRO STUDI STORICO MILITARE "GERARDO SALINARDI"

Stampa

STATUTO DEL

 

 

CENTRO DI STUDI STORICO-MILITARI

 

 

 

 

Art. 01 A norma dell'art. 36 e seguenti del codice Civile è costituito in Potenza il Centro di Studi Storico Militari, intitolato a “Gerardo Salinardi”

 

Art. 02 Detto Centro è un ente di diritto privato avente finalità culturale, che non persegue fini di lucro e rappresenta la libera associazione apartitica ed apolitica di tutti gli studiosi, appassionati, cultori di storia militare e collezionisti di “ Militaria ” in genere.

 

Art. 03  La sede del Centro é a Potenza in Via San Vincenzo De Paoli, 36.

 

Art. 04  I compiti istituzionali del Centro di Studi Storico Militari, concernono la promozione di studi e di ricerche che vertano su:

 

·       presidi militari pre-unitari della Basilicata;

·       insurrezione militare lucana del 1860;

·       repressione del brigantaggio;

·       raccolta di cimeli e documentazione storica dei reparti già costituenti la Brigata Basilicata (91° e 92° Fanteria) e della Divisione 1^ Superga;

·       lucani caduti e decorati al V.M. in tutte le guerre ;

·       medaglie d’oro al V.M.;

·       comandi militari post-unitari;

·       caserme e strutture militari;

·       monumenti ai caduti.

·       consulenza storico-uniformologica in ambito rievocativo, artistico, teatrale, cinematografico, espositivo (mostre varie) ed in tutte le circostanze in cui vengono presentate attività che afferiscono la storia militare

 

Art. 05  Il Centro di Studi Storico Militari, provvede alla erezione o gestione, nel proprio ambito, di una ESPOSIZIONE PERMANENTE della Brigata Basilicata e della Divisione Superga eredi delle tradizioni militari risorgimentali lucane ed indirizza il suo impegno anche nella ricerca di cimeli di tutti i reparti già costituenti le predette unità.

 

A tal fine collabora con il gruppo “ Ex Divisione Superga” ( Comitato Reduci ), con sede in Torino e con la Federazione Provinciale Combattenti e Reduci di Potenza.

 

 

 

Art. 06 L’opera di promozione culturale si realizza in collaborazione con gli studiosi di storia militare ed in collegamento con gli Enti militari, culturali e di ricerca scientifica locali e nazionali.

 

Art. 07  Il Centro di Studi Storico Militari, programma annuale di manifestazioni culturali in conformità agli obbiettivi di cui art. 04, definito dal Consiglio Direttivo su proposta del Presidente

 

Art. 08 Il Centro di Studi Storico Militari, promuoverà, inoltre, pubblicazioni culturali di studi e documentazione, curate da un apposito ufficio editoriale.

 

Art. 09 Per sostenere le spese necessarie all’assolvimento dei suoi compiti statutari, il Centro di Studi Storico Militari, si avvale di offerte che gli provengono, in qualche modo, da quote associative, singole persone o Enti.

 

Art. 10  Il Centro di Studi Storico Militari, è retto da un Presidente, eletto dal Consiglio Direttivo; dura in carica un quinquennio e può essere riconfermato.

 

Art. 11 Il Presidente ha la rappresentanza legale e la responsabilità della direzione culturale del Centro.

Nomina un Amministratore ed un Segretario, con funzioni esecutive nell’ambito delle rispettive competenze.

 

Art. 12  il Consiglio Direttivo è formato da un minimo di cinque ad un massimo di dieci membri eletti, a maggioranza semplice, tra i soci del centro e dura in carica tre anni.

 

Art. 13 il Consiglio Direttivo approva i bilanci preventivo e consultivo e svolge funzioni di consulenza del Presidente in ambito amministrativo, finanziario e legale.

 

Art. 14  Il Presidente si avvale pure della consulenza di un Consiglio Scientifico i cui componenti sono designati, su sua proposta dal Consiglio Direttivo.

 

 

Potenza li 17.12.2009